IV Edizione Premio Nazionale “Salva La Tua Lingua Locale”

Roma. Giovedì 9 febbraio 2017 si è svolta la IV edizione del premio nazionale Salva la tua lingua locale presso la sala della Protomoteca in Campidoglio. La manifestazione è stata organizzata dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, in collaborazione con Legautonomie Lazio, il Centro di documentazione per la poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”, il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”. All’iniziativa ha partecipato anche il Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Vito De Filippo.

 Durante la cerimonia di premiazione è stato ricordato il prof. Tullio De Mauro recentemente scomparso e già Presidente onorario della giuria del premio. Complessivamente sono stati ricevuti 550 elaborati dai 220 partecipanti per le diverse sezioni previste (prosa edita ed inedita; poesia edita ed inedita; musica). Importante riscontro anche per la sezione riservata alle scuole, inoltre, che ha registrato l’adesione di oltre 40 istituti, in rappresentanza di sei regioni, con oltre 800 alunni coinvolti.

Gli elaborati dei vincitori e dei finalisti delle singole categorie sono stati raccolti all’interno di un’antologia, distribuita durante la cerimonia. Inoltre è stata realizzata la registrazione audio e l’archiviazione, a futura memoria, di tutti gli elaborati inediti presentati. 

Il premio mira alla tutela e alla valorizzazione dei dialetti, un patrimonio immateriale che rischia di disperdersi, stretto nella morsa della globalizzazione da una parte e dello spopolamento dei centri più piccoli dove sempre meno si tramanda” afferma il Presidente delle Pro Loco d’Italia, Antonino La Spina. “Il dialetto – prosegue – è la memoria del passato, un segno indelebile di appartenenza al luogo di origine, un amore incondizionato verso le proprie radici. Da custodire, divulgare e tramandare”.

“L’interesse e la crescente partecipazione al premio, che anche in questa edizione ha ottenuto prestigiosi patrocini, ci inducono ad rafforzare la costante opera di salvaguardia dei dialetti e dalle lingue locali; azione nella quale rientrano la “Giornata nazionale del dialetto”, con oltre un centinaio di eventi organizzati dalle Pro Loco, e l’implementazione del canale “Memoria Immateriale” (su Youtube) che contiene oltre 1300 video rappresentando l’inventario on line delle tradizioni italiane” ha concluso La Spina.

Il Premio è stato insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a dimostrazione della rilevanza nazionale dell’evento e del suo alto valore culturale.

“Sono molto soddisfatto dell’esito di questa edizione perché ancora una volta la qualità e la quantità di questa benemerita iniziativa è in crescita. Riscontriamo con piacere, inoltre, anche gli elaborati pervenuti da tutte le generazioni. La battaglia delle Pro Loco per salvare le lingua locali mi sembra stia proseguendo bene” ha commentato Pietro Gibellini, presidente della giuria del Premio Nazionale “Salva la tua lingua locale”.

Commosso e partecipato, inoltre, il ricordo che lo stesso Gibellini ha tributato, a nome di tutti gli organizzatori, all’insigne linguista Tullio De Mauro, presidente onorario del premio sino alla sua recente scomparsa, sottolineandone l’impegno a favore della lingua italiana e della salvaguardia dei dialetti.

“E’ un’iniziativa consolidata – ha sottolineato Bruno Manzi, presidente di Legautonomie Lazio – che ogni anno riscontra una partecipazione sempre più ampia. Rappresenta – continua – un tema di grande importanza per far conoscere tradizioni e proprie identità dei territori”.